24/05/2019
50 ANNI DALL'ALLUNAGGIO VIII° CONVEGNO CNAI A MONTE PORZIO CATONE


A 50 anni dallo storico allunaggio il CNAI (Centro Nazionale Astroricercatori Indipendenti) dedica il suo VIII Convegno nazionale ai futuri sviluppi della ricerca spaziale e non solo. Il Convegno, si legge nel comunicato ufficiale, sul tema “Base Luna chiama Marte”, si svolgerà domani, sabato 25 maggio, presso l’Osservatorio astronomico di Monte Porzio Catone dell’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica), a pochi chilometri da Roma. Illustri astrofisici, insieme ad esperti di missioni nel cosmo dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) e di Telespazio, presenteranno il futuro della ricerca nel cosmo con le previste nuove stazioni orbitanti intorno alla Luna e la realizzazione di basi sul nostro satellite naturale per future missioni su Marte. Senza trascurare il grande tema della ricerca di vita nel cosmo nei pianeti extrasolari. Presenti gli astrofisici Cristiano Batalli Cosmovici, Lucio Angelo Antonelli e Paolo De Bernardis, insieme ad esponenti dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) Simone Pirrotta e Paolo D’Angelo (storico delle imprese spaziali). Carlo Albanese, responsabile dei programmi di scienza e navigazione satellitare di Telespazio, parlerà di Space Safety, la protezione dell’ambiente spaziale, un tema spesso trascurato dai media. Dal 2012, anno della sua fondazione, il CNAI si propone come punto di incontro e di riferimento per associazioni e singoli astroricercatori. Organizza convegni, eventi, conferenze, pubblica articoli di divulgazione scientifica. Tra i progetti attuali lo studio degli sciami meteorici, dei transienti lunari, delle nubi interstellari e delle galassie vicine servendosi per questo dell’Osservatorio astronomico di Mompeo (Rieti) che il CNAI ha in gestione dal Comune per un periodo di 10 anni. Il Convegno del CNAI - conclude il comunicato - ha il patrocinio della Regione Lazio e dell’UGAI (Unione Giornalisti Aerospaziali Italiani), con la partecipazione dell’Osservatorio Astronomico di Roma e di Telespazio. Chiuderà il Convegno una tavola rotonda con giornalisti ed esperti del settore. (RED)