14/06/2017
LOGISTICA E INDUSTRIA 4.0, IL FUTURO


"Da industria 4.0 a logistica 4.0: la corsa verso il futuro è iniziata", questo il titolo di un evento promosso ed organizzato dal Comando Logistico dell'Aeronautica Militare, che si è tenuto ieri a Roma con la collaborazione di importanti partner del mondo istituzionale, della ricerca e dell'industria. Un confronto sulle tecnologie e le sfide del futuro, con un tavolo aperto al mondo istituzionale, della ricerca e dell'industria. Al centro della riflessione l'approfondimento del tema "Industria 4.0", l’era della cosiddetta “fabbrica intelligente”, sul quale i principali paesi industrializzati si sono già attivati a supporto dei settori industriali nazionali, e tra questi l'Italia che ha sviluppato attraverso il Ministero dello Sviluppo Economico un Piano nazionale. L'evento si inquadra poi tra le iniziative di stimolo al cambiamento e all’innovazione che l'Aeronautica Militare e l'intero comparto Difesa hanno posto alla base delle proprie politiche di riorganizzazione. L'obiettivo principale è stato quello di valutare gli impatti che tale rivoluzione porterà nelle organizzazioni complesse, come appunto l'Aeronautica Militare, nonché stimolare - all'interno della Forza Armata e fra i tanti portatori di interesse - la riflessione sulla costruzione di una Logistica 4.0 mirata. In buona sostanza è stata anche l'occasione che ha permesso di fornire un contributo per un'evoluzione dell'intero settore aeronautico nazionale, nonché quale elemento di raccordo e sinergia con le iniziative e le esperienze di altri settori del Paese. Ad aprire i lavori, dopo un indirizzo di benvenuto del Comandante Logistico A.M., generale di squadra aerea Gabriele Salvestroni, è stato il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, generale di squadra aerea Enzo Vecciarelli, che nel suo intervento ha voluto sottolineare come "la ricerca di una sempre maggiore efficienza rappresenti per le forze armate l'obiettivo primario. Logistica 4.0 è in questo senso il futuro. Una rivoluzione culturale e tecnologica che è già in atto e che puo' rappresentare il motore del Sistema Paese". Attraverso i contributi dei diversi relatori esterni – dal mondo istituzionale con l'intervento del Direttore Generale del MiSe, Stefano Firpo, dell'industria aerospaziale con Leonardo, ALA (Advanced Logistics for Aerospace), Avio Aero, Elettronica e Vitrociset, a quello dei servizi con Google e Trenitalia, al settore accademico e della ricerca con rappresentanti del Politecnico di Torino e dell’Università di Teramo – sono state approfondite le implicazioni di una rivoluzione che cambia radicalmente tutti i processi produttivi e che pone al centro dell'attenzione concetti chiave quali robotica e automazione, realtà aumentata, gestione di enormi e complesse mole di informazioni, i cosiddetti Big Data. In questo scenario, una analisi approfondita, è condizione indispensabile per prendere decisioni informate nell’interesse della funzionalità della Forza Armata e dello strumento militare nel suo complesso. Confrontarsi, collaborare, creare sinergie con altre Istituzioni, esperti e rappresentanti di importanti settori economici e del mondo accademico è un mandato affidato alle Forze Armate per essere concretamente una risorsa al servizio del Paese. Un evento che non rimarrà un fatto isolato, ma rappresenta il primo passo di un percorso di crescita, approfondimento e collaborazione su temi, come appunto quello dell’ “industria 4.0”, che sono destinati a cambiare in modo significativo il modo di vivere. Nei prossimi mesi, con il contributo di “Ernst & Young”, uno dei principali partner organizzativi dell’evento, verrà creata una piattaforma di collaborazione che permetterà ad enti e realtà diverse di confrontarsi, condividere idee e selezionare diversi temi relativi a "logistica 4.0” per l’Aeronautica Militare. Gruppi omogenei di esperti delle istituzioni e del mondo accademico, della grande industria, delle PMI e delle start-up, , si confronteranno successivamente nell’ambito di uno specifico evento hackathon, una sorta di maratona creativa della durata di 48 ore in cui persone di diversa estrazione si sfideranno per trovare la migliore soluzione al tema individuato. Sarà il primo hackathon ad essere svolto in Italia sul tema della logistica per il settore aeronautico, con un ulteriore elemento di novità: i gruppi lavoreranno in un hangar, fra gli aeroplani, così da avvicinare fisicamente pensiero, mezzi e materiali. (RED)